Liga, sfida Champions e possibile sorpresa tra Real Sociedad e Valencia. In campo oggi anche Barca e Real

Prosegue il testa a testa tra Real e Barca, in coda attenzione al ritrovato Espanyol mentre il Getafe cerca il colpaccio con Siviglia

Barcellona – Eibar

Setién vuole sorpassare il Real Madrid, l’Eibar è chiamato ad una vera e propria impresa

Il Barcellona, reduce da 3 vittorie consecutive in Liga (dopo il ko a Valencia), occupa la 2a posizione in classifica ed è a -1 dal Real Madrid: 52 i punti dei blaugrana, 53 quelli dei blancos.

Ecco, dunque, che l’incontro del Camp Nou è importante anche per mettere pressione ai rivali di sempre, che giocheranno in serata a risultato appreso.

La squadra di Zidane è solida e continua, ma il Barcellona ha tutto per riportarsi in testa nel corso del girone di ritorno e per farlo deve vincere partite come questa: José Luis Mendilibar, l’allenatore ospite, lo sa e ne è conscio. Per l’Eibar questa trasferta sarà una vera e propria mission impossible.

Già, perché l’Eibar (16° in classifica a quota 23 punti) non è il tipo di squadra che in questo momento pare possa presentarsi al Camp Nou con l’ambizione di portare via punti ad un Barcellona motivato: se è lapalissiano rimarcare il gap qualitativo, lo stato di forma non aiuta per niente gli uomini di Mendilibar: 1 vittoria in 5 giornate di Liga nel 2020. La 2a, per la precisione, il 12 gennaio.

Un ruolino di marcia non invidiabile, che di sicuro non porterà l’Eibar alla trasferta catalana col miglior stato psicofisico possibile.

Le probabili formazioni

Barcellona (4-3-3): ter Stegen; Junior Firpo, Pique, Umtiti, Semedo; De Jong, Busquets, Arthur; Fati, Griezmann, Messi.

Eibar (4-2-3-1): Dmitrovic; Cote, Paulo, Burgos, Arbilla; Edu Expósito, Diop; Inui, Orellana, Pedro Leon; Sergi Enrich.

Real Sociedad – Valencia

Chi si ferma è perduto: questo il titolo del match in scena nei paesi baschi. 2 squadre che non possono perdere il treno Champions e spettacolo garantito.

Le difese non sembrano impenetrabili ma gli attacchi segnano con continuità. Ospiti chiamati a reagire dopo la debacle in Champions contro l’Atalanta.

Entrambe le squadre a segno soluzione possibile come dimostrano le quote a 1.74 di BetfairExchange, 1.71 di Goldbet e 1.70 di WilliamHill.

Le probabili Formazioni

Real Sociedad (4-3-3): Remiro; Zaldua, Aritz, Le Normand, Monreal; Zubeldia, Merino, Odegaard; Januzaj, Oyarzabal, Isak.

Valencia (4-4-2): Jaume; Wass, Mangala, Diakhaby, Costa; Ferran, Kondogbia, Parejo, Carlos Soler; Gameiro, Guedes.

Levante – Real Madrid

Il Real Madrid cerca contro il Levante lo slancio in vista di una settimana di fuoco

È durata due giornate la mini-fuga del Real Madrid in testa alla Liga, che sente nuovamente il fiato sul collo di un Barcellona secondo e distante appena un punto dopo la brusca frenata al Bernabeu contro il Celta Vigo.

Sarà proprio al Bernabeu che la prossima settimana le merengues scenderanno in campo per due impegni importantissimi, 180 minuti che potrebbero decidere l’intera stagione: prima l’andata degli ottavi di Champions League contro il Manchester City di Pep Guardiola, cliente ovviamente da non sottovalutare, quindi il Clásico proprio contro i blaugrana di Messi, che pur vivendo un momento complicato in campo restano sempre i principali avversari da battere.

Così la trasferta di Valencia, in cui il Real Madrid farà visita al Levante nel 25esimo turno della Liga, rischia di essere presa sottogamba e potrebbe regalare sorprese: la squadra di Paco Lopez è reduce da 4 sconfitte nelle ultime 5 giornate e occupa il 13esimo posto in classifica, è vero, ma sta costruendo la sua salvezza grazie a uno stile di gioco piuttosto propositivo e che potrebbe mettere in difficoltà una squadra che nonostante gli ottimi risultati raggiunti fino a oggi sembra ancora in bilico tra grandezza presunta e reale.

Zidane avrà risposte concrete dopo la prossima settimana, che però potrà essere affrontata al meglio soltanto evitando passi falsi con il Levante.

Le probabili formazioni

Levante (4-4-2): Aitor Fernandez; Miramón, Vezo, Postigo, Toño; Melero, Vukcevic, Campaña, Bardhi; Roger, Borja Mayoral.

Real Madrid (4-3-3): Courtois; Carvajal, Varane, Sergio Ramos, Mendy; Modric, Casemiro, Kroos; Bale, Benzema, Hazard.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *